Vademecum

scarica il vademecum in pdf

Questo “Vademecum” costituisce una guida essenziale per assimilare le procedure dei nostri corsi a distanza “Masterf@rum” e per apprezzarne sia la metodologia che gli obiettivi fondamentali. Sia il Master Universitario (MU) che il Corso di Perfezionamento (CdP) si avvalgono infatti degli stessi strumenti e degli stessi percorsi formativi ma differiscono per:

  • Numero di lingue straniere studiate: è previsto lo studio di due lingue per il Master e di una lingua per il Corso di Perfezionamento
  • Numero di crediti: sono previsti 60 CFU per il MU e 40 CFU per il CdP
  • Titolo rilasciato: il MU rilascia un titolo accademico (ed è quindi incompatibile con la frequentazione contemporanea a una laurea (triennale,specialistica/magistrale o dottorato), mentre il CdP prevede, al termine, un attestato di frequenza.
Vi invitiamo perciò a leggere con molta attenzione, anche per evitare di sprecare tempo prezioso o di non cogliere appieno i protocolli della nostra didattica a distanza.

Obiettivi fondamentali della nostra formazione di eccellenza:

  • Approfondire le competenze in traduzione
  • Approfondire le conoscenze nelle lingue di studio
  • Raggiungere ottime competenze settoriali
  • Conseguire abilità trasversali negli ambiti fondamentali del campo giuridico

Ambiti specifici dei corsi a distanza in Traduzione specializzata in campo giuridico

Il Master punta a fornire competenze avanzate nei campi seguenti:
  • Strategie traduttive nel campo delle lingue di specialità;
  • Tecniche di revisione testuale;
  • Fondamenti della terminologia/terminografia;
  • Problematiche del diritto che più frequentemente si presentano nell'esercizio della professione del traduttore;
  • Supporti informatici per la formazione a distanza e protocolli di comunicazione in Rete ormai necessari per la vostra attività professionale, anche in prospettiva di una formazione continua;
  • Lavoro collaborativo e cooperativo, che si rivela indispensabile in moltissime "nuove" attività professionali, anche presenziali.

I tre pilastri della didattica a distanza

  • I docenti: il corso si avvale di docenti universitari e di professionisti nei campi della traduzione e del diritto.
  • I tutor: il corso si avvale di tutor esperti nella comunicazione telematica, nelle lingue di lavoro e nell’informatica. La presenza di un tutor è garantita sulla piattaforma quotidianamente dal lunedì al venerdì, escluse eventuali festività infrasettimanali.
  • L’ambiente di apprendimento: il corso si avvale di strumenti didattici sviluppati appositamente attorno ai nostri protocolli di lavoro. Offre una piattaforma e-learning performante, facile e gradevole da usare, nonché una serie di strumenti che favoriscono l’interattività e il lavoro collaborativo (vedi “Spazi e interazione”).

Struttura dei contenuti e delle attività pratiche del corso. Diagramma dell’erogazione didattica e delle relative esercitazioni.

Diagramma dell’erogazione didattica e delle relative esercitazioni:

clicca sull'immagine per ingrandire


Il diagramma mostra come tutto sia strettamente collegato allo scopo di fornire una formazione coerente tanto dal punto di vista delle competenze linguistiche quanto delle abilità traduttive. Ogni Unità didattica è poi organizzata come segue:


clicca sull'immagine per ingrandire

Ambiti di insegnamento

    Area linguistica: terminologia specializzata (moduli assistiti: basi concettuali)
    • Area teorica (del diritto): Curriculum in Traduzione giuridica: a. diritto italiano (moduli assistiti: basi concettuali); b. droit français (moduli assistiti: basi concettuali); c. common law (moduli assistiti: basi concettuali); d. deutsches Recht (moduli assistiti: basi concettuali) e. derecho español/latinoamericano;
    • Area pragmatica: si tratta dell’area della traduzione; i testi proposti come esercitazione saranno strettamente connessi ai principali argomenti trattati nell’ambito dei corsi teorici; questo permetterà di approfondire le tematiche più comuni nel campo della traduzione professionale.

    Svolgimento del corso
    La piattaforma: Le lezioni si svolgeranno interamente su Deneb.pro, la piattaforma per l'insegnamento a distanza elaborata appositamente per le necessità specifiche del corso.

    I moduli teorici prevedono da parte degli studenti un lavoro individuale, mentre per quanto riguarda i moduli di traduzione e per la redazione dei glossari terminologici viene incentivato il lavoro di gruppo, soprattutto attraverso l’uso del Forum e dell’EMU (sistema di ’Elaborazione MultiUtente’ [EMU] di documenti).

    Per le unità didattiche dei moduli teorici sono forniti ai corsisti dispense e materiali di studio e un test successivo in cui lo studente avrà a disposizione strumenti di valutazione su supporto informatico per verificare i propri risultati.  Il docente titolare del modulo discute ed approfondisce sul Forum della sua aula gli argomenti trattati nell’unità didattica.

    Le unità didattiche dei moduli pragmatici (traduzione attiva e passiva) contemplano due tipologie diverse di lavoro (un testo “lungo” e un testo “breve”) su cui lo studente è chiamato a lavorare. Nel caso del testo “lungo” (la denominazione è indicativa dei protocolli di lavoro adottati e non della lunghezza del testo!), l’attività dello studente si sviluppa nell’arco di due settimane e comprende varie fasi (comprensione, approfondimento, traduzioni individuale e di gruppo, commento). Nel caso del testo “breve”, invece, la redazione è esclusivamente individuale e si sviluppa su una settimana; successivamente, la traduzione -corretta individualmente dai docenti- viene discussa nell’ambito del forum.

    I docenti s’impegnano a collegarsi alla loro aula per rispondere agli studenti almeno due volte alla settimana, dal lunedì al venerdì, durante il periodo di erogazione dei loro elaborati

    L'ambiente di apprendimento

    Deneb.pro è un ambiente di apprendimento in Rete sviluppato in modo coerente con la didattica innovativa del master e adatto all'insegnamento di lingua e traduzione. La piattaforma è stata creata all'interno del Dipartimento di Lingue e Culture Moderne ed è ora giunta alla sesta versione. Deneb.pro offre un ambiente interattivo ideale per corsi che contemplino modalità di lavoro individuali e collaborative. La sua semplicità d'uso lo rende uno strumento adatto anche a chi sia agli inizi dell'attività di formazione a distanza. 
    Realizzata e costantemente aggiornata a partire dalle esigenze e dalle esperienze maturate nell'ambito dei master Masterf@rum, Deneb.pro combina usabilità ed efficacia comunicativa per garantire, fin dai primi momenti, un utilizzo non solo ottimale e sicuro, ma anche facile e piacevole.

    Spazi e interazione
    I corsisti sono divisi in gruppi collaborativi (vedi Svolgimento del corso: lavoro sul “testo lungo”). Ogni gruppo ha a disposizione un ambiente riservato per il lavoro comune (Aula di Gruppo) che comprende:

    • Forum di gruppo
    • EMU (per le consegne degli elaborati di gruppo)
    • Trasferimento documenti
    • Bacheca avvisi di gruppo

    Ogni corsista, inoltre, usufruisce di spazi e servizi comuni a tutti i gruppi, che comprendono:

    • Aule dei Corsi (con i relativi Forum per dialogare con i docenti)
    • Aula Comune (interazione quotidiana con i Tutor)
    • Bacheca generale degli avvisi
    • Sistema di posta interna e privata.
    Per agevolare i processi di apprendimento e l’adesione ai protocolli didattici, lo studente è virtualmente immerso in una simulazione che imita procedure di lavoro professionali e stimola una blanda competitività tra gruppi.

    Scansione settimanale delle attività didattiche e valutazione

    – moduli teorici: le unità didattiche sono seguite da test di valutazione in rete; il programma e l'organizzazione dei corsi teorici saranno comunque presentati dai rispettivi docenti all'inizio dei corsi nella loro aula.
    – moduli di traduzione: ecco i diagrammi di flusso delle unità didattiche di traduzione (da rispettare rigorosamente per quanto riguarda le scadenze generali).


    Prima Settimana

    Elaborazione

    Scadenza

    Giorno

    lunedì

    martedì

    mercoledì

    giovedì

    venerdì

    sabato

    domenica

    Testo breve

    Lettura, ricerca delle parole chiave, traduzione individuale del testo

    invio del testo nell’area Trasferimento documenti dell’Aula di Traduzione specifica

    Testo lungo

    Fase di comprensione individuale, ricerca in rete, su vocabolari, glossari, ecc.  Esercizi di comprensione del testo. Stesura della traduzione individuale.

    Invio del testo nell’EMU (area dei lavori di gruppo) in previsione del lavoro collaborativo della seconda settimana

    * La correzione del “testo breve” sarà inviata ai singoli corsisti entro 3 settimane dalla consegna.


    Seconda Settimana

    Elaborazione

    Scadenza

    Giorno

    lunedì

    martedì

    mercoledì

    giovedì

    venerdì

    sabato

    domenica

    Testo lungo

    Forum di discussione per la stesura di una traduzione "di gruppo" definitiva.

    invio del testo di gruppo da parte del responsabile di turno nell’Area Trasferimento documenti dell’Aula Traduzione specifica

    * la correzione del “testo lungo” e di tutte le altre attività collaborative sarà inviata ai singoli gruppi entro 2 settimane dalla consegna e sarà compito del responsabile di turno caricarla nel relativo emu di gruppo.

    – valutazione delle traduzioni.  Vi sono due tipologie di valutazione dei lavori di traduzione:

    pedagogica:valuta il lavoro in prospettiva di apprendimento e progressione. Si accetta anche un livello di resa discreto o sufficiente e si prevede un miglioramento progressivo delle prestazioni dei singoli discenti;

    professionale: il docente valuta il lavoro come se fosse il committente, accettando il prodotto finito o rifiutandolo. Per segnalare ulteriormente questa differenza, ad ogni tornata di correzioni, ogni docente emetterà anche un giudizio da committente (accettato/respinto).

    Le traduzioni saranno innanzitutto valutate in una prospettiva pedagogica, ossia in situazione di formazione e saranno segnalate le varie tipologie di lacune ed errori secondo i criteri seguenti:

    • Correttezza linguistico-formale
    • Forma (rispetto delle consegne, tempistica, formattazione e cura dell’editing testuale)
    • Contenuto

    I giudizi varieranno sulla scala:

    10-17/30

    Insufficiente

    18-20/30

    Sufficiente

    21-24/30

    Discreto

    25-27/30

    Buono

    28-30/30

    Ottimo

    Le traduzioni con giudizio “buono” o “ottimo” potranno essere considerate come accettabili anche da un punto di vista professionale.

    NB: Al fine di prevenire spiacevoli disguidi, si segnala che i modelli di traduzione proposti dai docenti durante il corso, così come le dispense e ogni altra opera dell’ingegno che reca la firma del docente o dell’autore, sono tutelati dalla legge e non possono essere utilizzati per fini diversi da quelli dell’apprendimento personale.

    Modalità esame finale

    L'esame finale si svolgerà in modalità presenziale su una intera giornata presso il Dipartimento di Lingue e Culture Moderne dell’Università degli Studi di Genova e consisterà in:

    • Prove di traduzione passiva e attiva per ogni lingua scelta dai corsisti;
    • Test conclusivi a scelta multipla per i moduli di diritto:
    • Presentazione di schede terminologiche;
    • Presentazione della revisione di un testo;
    • Presentazione della verifica per le abilità informatiche.

     

    schedule

    Clicca sull'immagine per ingrandire

    Collegio dei docenti

    Direzione: prof.ssa Elisa Bricco
    Coordinamento: dott. Matteo Bonizzone - prof.ssa Chiara Rolla.
    Coordinamento tecnico e informatico: prof. Simone Torsani
    I docenti del master, professionisti nel campo della traduzione, del diritto, dell’informatica e della terminologia, saranno raggiungibili tramite il forum dei loro corsi.
    Curriculum in Traduzione Giuridica:

    • Corso di Terminologia – prof.ssa M. Rossi, E. Lavagnino, - forum del corso di terminologia
    • Corso di Diritto francese prof.ssa N. Jomeer - forum del corso di diritto francese
    • Corso di Diritto inglese prof.ssa V. Villanueva - forum del corso di diritto inglese
    • Corso di Diritto italiano prof. L. Guerrini - forum del corso di diritto
    • Corso di Diritto tedesco prof.ssa L. Udvari - forum del corso di diritto tedesco
    • Corso di diritto spagnolo prof.ssa V. Filipetto - forum del corso di diritto spagnolo
    • Corso di Traduzione (it-fr) prof. B. Mesmaeker - forum del corso di traduzione (it-fr)
    • Corso di Traduzione (fr-it) prof.ssa C. Pietropaolo - forum del corso di traduzione (fr-it)
    • Corso di Traduzione (it-en) prof.ssa A. Mc Millan - forum del corso di traduzione (it-en)
    • Corso di Traduzione (en-it) prof.ssa M.R. Troiani - forum del corso di traduzione (en-it)
    • Corso di Traduzione (de-it) prof.ssa L. Negri - forum del corso di traduzione (de- it)
    • Corso di Traduzione (it-de) prof.ssa L. Udvari - forum del corso di traduzione (it-de)
    • Corso di Traduzione (es-it) prof.ssa C. Balletto - forum del corso di traduzione (es- it)
    • Corso di Traduzione (it-es) prof.ssa V. Filipetto - forum del corso di traduzione (it- es)
    • Corso di Revisione testuale prof. S. Poli - forum del corso di revisione testuale
    • Corso di TAC prof. S. Torsani – forum del corso di TAC

    I tutor del master: saranno regolarmente a disposizione dei corsisti attraverso il forum di discussione (aula comune), fornendo assistenza tecnica e svolgendo il ruolo di interfaccia tra studenti e docenti; i tutor assicureranno inoltre il rispetto delle tempistiche dei singoli corsi, favoriranno l’interazione tra i corsisti e verificheranno le consegne dei lavori.

    Segreteria amministrativa

    Per qualsiasi problema di tipo amministrativo vi invitiamo a rivolgervi:
    Per il corso di perfezionamento al Manager Didattico del Dipartimento di Lingue e Culture Moderne.

    tel. +39 010 209 5422

    e-mail: corsiperfezionamento@unige.it

    Per il master al Servizio Alta formazione dell’Università degli Studi di Genova.

    tel. +39 010 2095795

    e-mail:altaformazione@unige.it

    Simulazione / Patto formativo

    Per trarre il massimo profitto dalle pratiche didattiche e dai protocolli di lavoro innovativi immaginati per il Master, il corso prevede una simulazione globale strutturata sugli elementi fondamentali del patto formativo tendente anche ad immergere lo studente in situazioni “reali” che stimolino l’interattività, la collaborazione di gruppo ed un positivo atteggiamento verso il lavoro a distanza.
    A questo fine, i corsisti saranno divisi in gruppi, ovvero agenzie virtuali, in cui lavoreranno come in imprese di traduzione reali e disporranno di spazi virtuali per le loro riunioni. Dovranno darsi perciò un’identità di gruppo e crearsi identità individuali che li stimolino a muoversi più efficacemente entro lo scenario prefissato.
    Quadro di insieme (circostanze motivazionali)
    L’Unione Europea sarà il committente fittizio delle agenzie di cui sopra, tra le quali sceglierà, alla fine del corso, l’agenzia referente per tutte le sue traduzioni ufficiali. Potrà inviare ispettori per controllare la correttezza e la puntualità dei lavori, nonché la loro qualità. Il quadro simulativo permette l’introduzione di una blanda competitività tra i gruppi e mira a rinforzare la responsabilità – e quindi le motivazioni- dei singoli. 

    Obblighi formativi dei singoli candidati e delle agenzie virtuali (i gruppi di lavoro)
    Per la durata del corso, tutti, singoli ed agenzie, si dovranno impegnare a:  
    1. Riunirsi in gruppi/uffici virtuali, dando prova delle loro attitudini al lavoro cooperativo per svilupparle ulteriormente;
    2. Rispettare rigorosamente le consegne individuali e di gruppo/agenzia sia sotto il profilo dei tempi che delle ricerche e del lavoro da effettuare (il rispetto dei protocolli di lavoro è un fattore essenziale per il successo di ogni attività a distanza);
    3. Usare di volta in volta la lingua richiesta dal compito da svolgere e dalle consegne ricevute;
    4. Effettuare ciascuno in prima persona il lavoro richiesto (formazione individuale) e partecipare attivamente all’elaborazione comune delle proposte di agenzia (formazione di gruppo);
    5. Giudicare in modo esauriente e imparziale il lavoro altrui quando richiesto;
    6. Rispettare il giudizio dei docenti;
    7. Permettere la condivisione, in rete, del lavoro personale e di gruppo;
    8. Rispettare le regole della “netiquette” (v. sotto) per facilitare una corretta interazione sia orizzontale (tra discenti) che verticale (tra discenti e docenti).

    L’équipe del Master dell’Università di Genova si impegna a:

    • Garantire e coordinare una preparazione nel campo delle discipline settoriali specifiche del curriculum scelto e della terminologia;
    • Garantire la formazione di competenze d’eccellenza nel campo della traduzione giuridica o economica o tecnica tramite unità didattiche, che prevedono una stretta interazione tra fasi traduttive e fasi teoriche;
    • Testare regolarmente il lavoro dei corsisti sia tramite un regolare servizio di tutoraggio sia attraverso il monitoraggio delle competenze da parte dei docenti (correzione di tutti gli elaborati singoli e di gruppo);
    • Promuovere discussioni a distanza nelle aule virtuali;
    • Indicare strumenti in rete e/o cartacei idonei alla comprensione ed allo svolgimento dei compiti;
    • Garantire assistenza, tramite sala di ricevimento virtuale;
    • Promuovere l’organizzazione in sede (Genova) di esami finali per il conferimento di un Diploma di master universitario per la specializzazione in due lingue o di un Attestato di frequenza e merito per la specializzazione in un'unica lingua. A chi lo richiederà sarà anche consegnato un Certificato di frequenza che riporterà i voti per singola materia ai fini della creditizzazione concessa dal Dipartimento di Lingue e Culture Moderne dell’Università di Genova per l’iscrizione eventuale alla Laurea specialistica in traduzione.

    Netiquette: regole per una corretta interazione

    Lavorare e comunicare in Rete è utilissimo, talora appassionante, ma è anche difficile: l’interlocutore non è visibile e, senza “segnali” visivi, il malinteso è sempre in agguato. Perciò è più che mai necessario attenersi ad elementari regole di “buone maniere”: la “netiquette”, ossia il galateo virtuale, che, con alcuni elementi della simulazione (pseudonimi ed identità fittizie potrà aiutarvi ad evitare inutili tensioni.  Per essere sicuri che abbiate ben presente quanto è scritto sotto, vi chiediamo di leggere e di inviarci un messaggio di posta elettronica con la vostra “accettazione”.

    Questi elementi di “telegalateo” (estratti da siti in bibliografia ed integrati tenendo presente il nostro corso) devono valere per tutti:
        
    SARÒ SINTETICO E CHIARO
    I messaggi sintetici evitano le perdite di tempo e favoriscono il lavoro comune. Per lo stesso motivo, chiarirò il contenuto nell’intestazione, e cercherò di scrivere in modo corretto e comprensibile, evidenziando dove necessario.

    SARÒ PERTINENTE
    Cercherò di non divagare rispetto all’argomento del forum, se non con messaggi distensivi e incoraggianti. Leggerò con attenzione i messaggi dei forum, sforzandomi di comprenderne lo spirito; prima di porre domande nel forum controllerò se non vi siano già le risposte che cerco.
    Non invierò comunicazioni o messaggi pubblicitari che non siano stati sollecitati in modo esplicito

    SARÒ TOLLERANTE
    Eviterò di assumere posizioni provocatorie, perché generare discussioni, a volte anche spiacevoli, è più facile in Rete che altrove.

    SARÒ TRASPARENTE ED EDUCATO
    Comunicherò nei forum della piattaforma. Userò il meno possibile vie private (caselle personali di posta): so che il lavoro comune deve essere davvero comune, e i protocolli di lavoro devono poter essere guidati da docenti e tutor, per un miglior risultato complessivo.
    Non pubblicherò mai, senza l'esplicito permesso dell’autore, il contenuto di eventuali messaggi di posta elettronica.
    So che in Internet si usa scrivere in lettere minuscole. Il maiuscolo equivale a "gridare", per cui lo eviterò se non nei titoli o in occasioni ludiche.  Se farò battute, cercherò di associarle ad elementi capaci di evitare che vengano equivocate (per esempio ad uno “smiley”, così :) o così   , o  ad indicazioni tra parentesi…)
     
    SARÒ COLLABORATIVO
    Cercherò di favorire lo scambio di informazioni tra i membri del mio gruppo, e tra il mio gruppo e gli altri, perché la collaborazione è uno dei motori del successo del lavoro in Rete. Incoraggerò i compagni e li aiuterò nei momenti di difficoltà.
    Cercherò di seguire tempi e consegne dei professori e dei tutor: il rispetto dei tempi di consegna è garanzia del successo finale mio e del mio gruppo, perché evita gli accumuli di lavoro

    SARÒ VIRTUALE… E SIMPATICO
    L’identità virtuale non è solo un gioco: è un mezzo per essere più “leggeri” e “collaborativi” anche nei momenti di tensione; posso adottarla e arricchirla di particolari. Userò volentieri negli scambi comunicativi il mio nome virtuale: sarà il mio biglietto da visita in Rete, capace di migliorare la qualità delle mie comunicazioni e del mio lavoro nel Master.

    Terrò presente anche che alle regole precedenti vanno aggiunti altri criteri che derivano direttamente dal buon senso e mirano ad evitare comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente, quali:
    - violare la sicurezza di archivi e computer della rete;
    - violare la riservatezza di altri utenti della rete, leggendo o intercettando la posta elettronica loro destinata;
    - compromettere il funzionamento della rete e degli apparecchi che la costituiscono con  programmi (virus, trojan horses, ecc.) costruiti appositamente. Tutto ciò costituisce un vero e proprio crimine elettronico e come tale è punibile dalla legge.

    Mi impegno a far del mio meglio per rispettare i principi sopra esposti


    Per confermare di aver letto queste condizioni i partecipanti ai corsi sono pregati di inviare comunicazione scritta all'indirizzo di posta elettronica del master: corsifarumtraduzione[at]unige.it con in oggetto "Accettazione Netiquette" e firma nome e cognome.

                        
    Piccola sitografia sulla “netiquette” (argomento frequentissimo!):

    http://www.bio.unipd.it/local/internet_docs/netiq.html

    http://www.albion.com/netiquette/

    http://bertola.eu.org/usenet/faq/testi/retichet.htm

    http://www.gandalf.it/net/netiq.htm

© MMVXI masterfarum - dal 2003 master a distanza in traduzione specializzata c/o Dip. di Lingue e Culture Moderne, Università degli Studi di Genova

Dip. di Lingue e Culture Moderne | Università degli Studi di Genova | Alta Formazione